Proiezioni
L'ITALIA LIBERATA
20 e 27 marzo, 2 e 10 aprile, ore 21 (streaming)

Il film “L’Italia liberata” inizia con una testimonianza inedita di Tina Anselmi sulla sua esperienza di staffetta partigiana e l’attualizzazione dei valori della Resistenza e della Costituzione. Si tratta di un’intervista realizzata da Daniele Biacchessi per Radio 24. Il film prosegue per episodi con la voce narrante di Daniele Biacchessi fuori campo e il racconto illustrato di alcuni episodi della Storia dal 1919 al 1945.

Si parte dall’idea che a uno a uno i partigiani che hanno fatto la grande impresa della Resistenza se ne stanno andando, lasciando un vuoto difficile da colmare. Quindi è importante raccontare alle nuove generazioni ciò che è accaduto. L’idea di realizzare un film illustrato va proprio nella direzione di costruire un ponte di memoria tra la vecchia e la nuova generazione attraverso nuovi linguaggi cinematografici.

Gli episodi narrati sono la nascita del fascismo, il regime, i tribunali speciali, il confino di Ventotene e l’ergastolo di Santo Stefano, l’attacco all’Etiopia, la guerra civile in Spagna, la disfatta dell’Armir, le guerre del fascismo, la caduta del fascismo, l’inizio della Resistenza. E poi la guerra nazifascista contro i civili: i sette fratelli Cervi, le stragi di piazzale Loreto, Montesole, Sant’Anna di Stazzema, Fosse Ardeatine. E ancora le storie di Dante di Nanni, le compagnie della morte e di ventura come la Banda Koch, le ville tristi disseminate nel Paese. Vengono descritte le insurrezioni di Milano, Genova, Torino, Napoli, Firenze. Una attenzione particolare viene data alla mancata giustizia con la ricostruzione precisa e puntuale del contenuto dei documenti dell’armadio della vergogna e dei processi. 

Completano il film le testimonianze di Tiziana Pesce sulla strage di piazzale Loreto del 10 agosto 1944, Tiziana Di Masi che recita a Montesole un brano tratto da “L’Agnese va a morire” di Renata Viganò, Ivano Tajetti che ricorda lo zio Renato ucciso dai nazifascisti e Alessandro Borghi, assessore alla memoria del comune di Marzabotto, sul significato della trasmissione della memoria alle nuove generazioni. 

La musica non è mero supporto al film ma vera e propria trama sonora con i contributi del meglio della canzone di impegno civile in Italia: Modena City Ramblers, Gang, Stormy Six, Gaetano Liguori, Massimo Priviero, Renato Franchi, Andrea Sigona. è un film di Daniele Biacchessi, illustrato da Giulio Peranzoni, montato da Luca Guerri, girato da Alex Pierro. 

Il film sarà proiettato in streaming

venerdì 20 marzo 2020 alle ore 21

venerdì 27 marzo 2020 alle ore 21

giovedì 2 aprile 2020 alle ore 21

venerdì 10 aprile alle ore 21

La proiezione è in collaborazione con il Museo diffuso della Resistenza di Torino.

#ilpoloèsempreonline #ilmuseoèsempreonline #raccontiamolaresistenza