Comunicazioni
DICHIARAZIONE DI SOLIDARIETÀ A LILIANA SEGRE


Il Museo, che più di una volta in passato ha avuto l'onore di ospitare la senatrice Liliana Segre in occasione di iniziative dedicate alla Deportazione, aderisce convintamente alla dichiarazione di solidarietà dell'Istituto Nazionale Ferruccio Parri.

 

L’Istituto Nazionale Ferruccio Parri esprime la propria totale solidarietà alla senatrice Liliana Segre, soggetta a ripetuti insulti e minacce per il suo costante impegno a favore dei diritti umani e contro il razzismo, tanto da avere spinto le autorità competenti ad assegnarle la scorta.
Ad un anno dall’ottantesimo anniversario dalla promulgazione delle leggi razziali in Italia, razzismo, antisemitismo e xenofobia alimentano discorsi di odio sempre più virulenti, davanti ai quali è da stigmatizzare che una parte del mondo politico assuma posizioni che minimizzano il fenomeno o addirittura lo giustificano come manifestazione di libertà di pensiero.
E’ allora il caso di ribadire che razzismo, antisemitismo e xenofobia non possono essere tollerati dalle società democratiche perché minano le fondamenta stesse della democrazia, e che le battaglie della senatrice Segre ( sopravvissuta ad Auschwitz) dovrebbero essere condivise e sostenute da tutte le forze politiche e i cittadini che si riconoscono nei valori di libertà e democrazia sanciti dalla nostra Costituzione.

Il Presidente
Paolo Pezzino


Istituto nazionale "Ferruccio Parri". Rete degli Istituti per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea

Per aderire.