Servizi educativi
PROPOSTE EDUCATIVE PER I CENTRI ESTIVI


Il Museo diffuso della Resistenza propone alcune attività educative ai centri estivi della città per i mesi di giugno e luglio.

Percorsi a piedi nei luoghi della memoria torinese.


I percorsi nei luoghi della memoria sono un invito alla riscoperta di un pezzo fondamentale della storia della città in cui si vive e del legame con la sua identità civile: i luoghi della lotta clandestina contro l'occupazione nazifascista, quelli della deportazione nei Lager e quelli della vita quotidiana durante la guerra. Questi siti diventano così tappe di un percorso museale all’aperto e fanno emergere frammenti di storia racchiusi nella città per offrirli anche a coloro che, per età e provenienza, non ne hanno memoria.

Il Museo diffuso delle Resistenza offre la possibilità di svolgere dei percorsi a piedi, su due aree tematiche specifiche inerenti la Resistenza e i segni di memoria in città, per i gruppi estivi interessati nei mesi di giugno e luglio 2019, prenotando con almeno una settimana di anticipo.


Percorso nei luoghi della vita quotidiana e della Resistenza

Questo percorso è legato al tema della vita durante la guerra e della Resistenza a Torino e identifica le sue tappe nei luoghi simbolo del Rifugio antiaereo di piazza Risorgimento e nel Sacrario del Martinetto.
Durata: 2 ore
Costo: 5 € a partecipante (per un gruppo di massimo di 30 partecipanti con gratuità per massimo due accompagnatori).


Percorso tra i Segni della Memoria

Il percorso attraverso il centro cittadino, tramite la visione di alcune lapidi e di alcune Pietre d’Inciampo, aiuta a far riflettere sulle tematiche della lotta di liberazione e sul fenomeno della deportazione italiana.
Durata: 2 ore
Costo: 5 € a partecipante (per un gruppo di massimo di 30 partecipanti con gratuità per massimo due accompagnatori).

20 giugno. Giornata mondiale del rifugiato

Il Museo diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà, con il sostegno del Polo del ’900 e la collaborazione dell’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, propone, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, una rivisitazione dell'allestimento permanente.

Per la sola giornata del 20 giugno, il Museo propone una temporanea reinterpretazione del proprio allestimento sostituendo parte dei contenuti abituali con nuove testimonianze odierne di rifugiati e persone che hanno vissuto la guerra, l’occupazione, il regime in momenti e luoghi più o meno lontani; i contributi, raccolti appositamente per l’occasione, sono distribuiti sui temi delle ‘stazioni’ del percorso museale. Sul tavolo multimediale, invece, i documenti abituali lasciano il posto ad alcuni video con riprese dall’alto di campi profughi e persone in fuga dal proprio Paese, nuovi luoghi/non-luoghi della guerra, della deportazione, della ricerca della libertà. Le proiezioni di documenti storici sulle pareti saranno invece mantenute, creando così una sorta di cortocircuito. Il percorso riprende poi la narrazione originale del Museo concludendosi nella postazione Vivere la Costituzione, per ricordare come il processo democratico sia l’unica via possibile alla riabilitazione di una comunità libera.

Il Museo propone la possibilità di svolgere delle visite libere alle ore 14, alle 15 e alle 16 con il supporto di mediatori.

Ingresso gratuito con obbligo di prenotazione.

 

Visita guidata all’allestimento permanente “Torino 1938-1948. Dalle leggi razziali alla Costituzione”

L'allestimento è un viaggio multimediale nella storia della città, rievocata attraverso testimonianze, fotografie, filmati e documenti che fanno riferimento alla guerra, all'occupazione tedesca, alla Resistenza, al ritorno della vita democratica e alla Costituzione, tema conclusivo dell'allestimento a cui è dedicata un'installazione interattiva specifica. Il percorso comprende inoltre la visita al rifugio antiaereo, riscoperto durante i lavori di restauro del Palazzo, a 12 metri di profondità.

La visita pone particolare attenzione sulle tecniche di comunicazione, selezionando le forme di mediazione più appropriate per ciascun gruppo di studenti sulla base di criteri assoluti e oggettivi (es. il grado scolastico di appartenenza e l’età anagrafica), ma anche soggettivi e variabili (es. la distanza temporale dai temi trattati e il grado di complessità delle informazioni trasmesse).

Durata: 1h 30 minuti
Costo: 4€ a partecipante, biglietto d’ingresso gratuito (max 30 partecipanti con gratuità per massimo due accompagnatori).

 


Info e prenotazioni:
e-mail: didattica@museodiffusotorino.it
tel: 011-01120796